L’Avviso a catalogo 02/21 ha fatto registrare un vero e proprio boom di richieste. L’ufficio data analysis del Fondo ha, quindi, posto la lente d’ingrandimento sulle richieste di contributo autorizzate sull’Avviso, per esaminare trend emersi, caratteristiche degli interventi e preferenze espresse dagli Studi/Aziende.

Nello specifico, l’analisi riguarda circa 2.500 piani formativi ammessi finanziamento fino alla prima metà di agosto 2021 sull’Avviso 02/21, per un importo di oltre 920 mila euro.

L’exploit di richieste riguarda, in particolare, il periodo luglio-agosto, durante il quale si è assistito a un conseguente notevole incremento delle risorse assegnate da parte del Fondo.

E sono gli Studi provenienti dalle Regioni del centro-nord a trainare la domanda di corsi a catalogo. A guidare questa speciale classifica è il Veneto, con circa un quinto delle risorse complessive assegnate, seguito da Lombardia (14,8%), Lazio (9,5%), Emilia-Romagna (9,5%), Toscana (9,2%), Marche (8,5%) e Piemonte (8%).

Passando al contenuto dei corsi, tra le tematiche formative più gettonate figurano sviluppo delle abilità personali, contabilità/finanza e salute e sicurezza sul lavoro, con un contributo assegnato dal Fondo pari, rispettivamente, al 56,5%, 14,6% e 13,9% del totale.

La preferenza è per i corsi brevi o lunghi? In questo caso non c’è una risposta. Infatti, se circa il 25% dei piani formativi riguarda interventi da 4 ore, di contro, oltre il 30% delle richieste è riferita a corsi con una durata di più di 20 ore. Aggiornamento, dunque, ma anche una forte domanda per i percorsi di approfondimento più articolati.

Esaminando le tempistiche medie di erogazione dei rimborsi da parte del Fondo, risulta una riduzione del 20% dei tempi di pagamento, rispetto ai precedenti Avvisi a catalogo (02/19 e 02/20).

«L’analisi dei dati in tempo reale ci consente di intervenire sugli Avvisi per efficientare il processo di allocazione delle risorse e rispondere in maniera puntuale ai nostri aderenti, tenuto conto dei trend e delle preferenze emerse – ha commentato Marco Natali, presidente di Fondoprofessioni – Proprio per questo, in vista degli Avvisi 2022, stiamo analizzando i nostri processi gestionali e gli interventi finanziati, anche attraverso strumenti di business intelligence, per realizzare una offerta sempre più efficace».

Considerato il grande successo dell’Avviso 02/21, a breve si prevede saranno stanziate ulteriori risorse per il finanziamento dei corsi a catalogo, con conseguente comunicazione sul sito del Fondo. Sarà dunque possibile presentare nuove richieste di contributo tramite la piattaforma informatica del Fondo.

Per eventuali informazioni contattare il numero 06/54210661 o scrivere a info@fondoprofessioni.it.

 

 

 

 

 

CONTATTACI PER PRENOTARE IL TUO VIDEO APPUNTAMENTO

Compila il form di seguito inserendo due date/orari di disponibilità


    Acconsento al trattamento dei dati personali secondo le condizioni espresse nella pagina d’informativa sulla privacy