slide professioni2

 Avvisi pluriaziendali, abbattuti i tempi di attesa

 

Con gli Avvisi 2019 Fondoprofessioni ha realizzato un sistema di dialogo telematico tra la propria piattaforma informatica, il Registro Nazionale Aiuti Stato e il Sistema Cup, per la registrazione degli aiuti individuali e per l’attribuzione dei codici unici di progetto, obbligatoriamente richiesti nell’ambito della formazione finanziata tramite i Fondi Interprofessionali. Un’attività che sta mostrando i propri frutti, in termini di abbattimento dei tempi di assegnazione delle risorse ed efficientamento del processo. Nell’ambito dell’Avviso a catalogo 02/19, per esempio, sono stati dimezzati i tempi di attesa tra invio della domanda di finanziamento e partecipazione al corso scelto, proprio per la velocità del sistema di registrazione degli aiuti individuali e dei codici di progetto. L’Avviso monoaziendale 01/19, invece, ha visto la registrazione dei codici unici di progetto e degli aiuti individuali al momento della definizione delle graduatorie, consentendo di avviare in breve tempo le attività formative autorizzate.

Nell’Avviso pluriaziendale 03/19, addirittura, l’individuazione degli Studi professionali/Aziende partecipanti può avvenire fino a due giorni prima dell’avvio del corso, a fronte dei 15 giorni del precedente Avviso pluriaziendale 01/18. Nel caso degli Avvisi pluriaziendali la registrazione degli aiuti individuali, riferiti ai singoli Studi/Aziende coinvolti, avviene quindi con l’avvio del singolo progetto.

“Abbiamo messo a sistema una puntuale gestione degli aiuti e della tracciabilità dei progetti, trasformando l’onere delle registrazioni obbligatoriamente richieste al Fondo in una opportunità di efficientamento del processo - ha commentato Franco Valente, direttore di Fondoprofessioni – Programmazione e attenzione verso l’innovazione sono sempre più la cifra distintiva del nostro Fondo interprofessionale”.

Gli Studi/Aziende possono così partecipare ai corsi pluriaziendali di proprio interesse, progettati dagli Enti attuatori in collaborazione con gli Enti proponenti, in base a specifiche esigenze settoriali o territoriali, senza tempi di attesa. “Per sostenere la formazione continua all’interno del comparto professionale, nell’ambito degli Avvisi 2019 abbiamo ridotto i tempi previsti e aggiornato il processo di verifica finale, per efficientare l’erogazione delle risorse - ha osservato Marco Natali, presidente di Fondoprofessioni – Con gli Avvisi 2020 intendiamo introdurre nuovi filoni di intervento formativo, confermando le esperienze positive degli Avvisi 2019”.